In collaborazione con:

Il turismo culturale è “uscito” dalle città d’arte e ha sconfinato nei borghi e nei paesi che costellano un’Italia ricca di diversità.

Il patrimonio storico e quello paesaggistico fanno del Belpaese un unicum apprezzato il tutto il mondo. Per intercettare questa nuova domanda di turismo che guarda all’ambiente, è attenta alle dinamiche sociali, privilegia la lentezza e vuole interagire con i luoghi che visita, occorrono strategie nuove e nuove competenze.

Ore 17.00: SALUTI

  • S. Ecc. Mons. Lorenzo Leuzzi, Vescovo di Teramo-Atri
  • Diego Di Bonaventura, Presidente della Provincia di Teramo
  • Daniele D’Amario, Assessore alle Attività Produttive, Turismo, Beni Culturali e Spettacolo Regione Abruzzo

 

INTERVENTI

  • S. Ecc. Mons. Michele Fusco, Vescovo di Sulmona-Valva, delegato CEAM Turismo
  • Salvatore Florimbi, dirigente Camera di Commercio
  • Fabrizio Antolini, Università di Teramo
  • Carmen Bizzarri, Università Europea di Roma
  • Franco Iachini, Infosat
  • Don Filippo Lanci, responsabile Ufficio Beni Culturali Diocesi Teramo-Atri, Direttore Museo Capitolare di Atri
  • Giordano Pierlorenzi, direttore Poliarte di Ancona, politecnico delle arti applicate all’impresa
  • Marco Santarelli, responsabile Laboratorio IC2 Lab – Laboratorio Intelligence, Complexity e Communication, Poliarte di Ancona
  • Tommaso Navarra, Presidente Ente Parco Gran Sasso Laga
  • Gianmarco Giovannelli, Federalberghi Abruzzo
  • Daniele Zunica, Assoturismo Abruzzo
  • Giorgio Palmucci, Presidente ENIT

 

MODERANO
Lanfranco Cardinale, Consigliere provinciale
Don Giovanni Manelli, Assistente Ufficio Diocesano tempo libero, turismo e sport

SEGUI GLI ALTRI APPUNTAMNETI